UniCredit rinnova i vertici Maggiori poteri a Nicastro

Ieri mattina si è riunito il comitato nomine e governance di UniCredit, che ha definito incarichi e deleghe da assegnare, tenendo conto delle proposte del nuovo ceo Federico Ghizzoni e delle indicazioni della Vigilanza di Bankitalia (che in una recente ispezione ha effettuato rilievi nell’area investment banking, in particolare sull’utilizzo dei derivati, che avrebbero portato anche a sanzioni nei confronti degli amministratori).
Sembra, ma si tratta di indiscrezioni non confermate dalle fonti ufficiali della banca, che il ridisegno della governance preveda una forte direzione generale con deleghe non solo sul retail ma anche di coordinamento affidate a Roberto Nicastro.
A Paolo Fiorentino verrebbe affidato il ruolo di chief operating officer, mentre per Ermotti, che figurerebbe comunque come direttore generale, sarebbe previsto il mantenimento della responsabilità su corporate e investment banking, ma con una posizione subordinata rispetto a quella di Nicastro.
Partito con l’idea di una direzione generale unica, il neo amministratore delegato Federico Ghizzoni si era convertito poi all’ipotesi di una doppia direzione generale per non scontentare i due deputy ceo candidati per i massimi ruoli di vertice: Roberto Nicastro, attuale deputy ceo con responsabilità di retail e Pmi, e Sergio Ermotti, con deleghe al corporate & investment banking.

Fonte: notizie.virgilio.it

UniCredit rinnova i vertici Maggiori poteri a Nicastroultima modifica: 2010-10-29T18:34:28+02:00da eros081
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento